venerdì 21 marzo 2014

Missione verdura! (Vi salverò dalle diete di primavera...)

Cari amici, sì, sono ancora viva!
Lo ammetto, mi piaceva leggere "Arriva Natale" (titolo del post precedente!) quando aprivo il mio blog... E invece siamo a Marzo, ed è per me (decisamente) ora di tornare qui, in vostro soccorso, a salvarvi dalla tentazione di ricorrere alle diete "di primavera", quelle diete semi-drastiche di cui si sente il bisogno quando, ahimè, ci si tolgono cappotti e maglioni informi... E' sempre un momento difficile, lo so bene!
Comunque, date le temperature tutt'altro che miti (almeno dalle mie parti...), possiamo muoverci con un certo anticipo e rendere un po' meno traumatica la cosa.
Sapete bene che a me piace darvi quei piccoli consigli, quasi dei "trucchi", che potete facilmente attuare nella vita di tutti i giorni per migliorare la vostra alimentazione, e oggi voglio "svelare" un segreto a chi di voi vuole perdere qualche chiletto (o evitare di prenderne qualcuno di troppo!): se ad ogni pasto aggiungerete almeno una porzione di verdure, cotte o crude (chiaramente ragionevolmente condite!), non solo vi sentirete estremamente meglio, ma questo semplice accorgimento vi aiuterà a non prendere peso.

La domanda sorge spontanea... Come può fare una persona con poco tempo a disposizione per cucinare e/o che non ami particolarmente la verdura? E come si fa a non "stufarsi" di mangiarla così spesso?


1: LE VERDURE NON SONO SOLO QUELLE A FOGLIA VERDE!
Quando si parla di verdura si intende qualsiasi ortaggio ad eccezione di legumi e patate. Quindi sì, sono verdure anche pomodori, insalata, melanzane, cipolle, zucchine, finocchi peperoni,...

2: RIEMPI META' DEL TUO PIATTO CON LE VERDURE.
Fai in modo che metà del tuo piatto sia sempre "occupato" da verdure, crude o cotte, che accompagnino o condiscano la portata principale.


3: AGGIUNGI VERDURE AL TUO PIATTO PREFERITO.
Assieme o accanto, reinventa la tua ricetta preferita inserendo un ingrediente in più: una o più verdure da cucinare allo stesso modo o da aggiungere grigliate, arrostite, impanate, al forno, magari crude nella pietanza stessa o affianco, come accompagnamento.


4: EVITA LE COTTURE CHE RENDONO SGRADEVOLE IL SAPORE DELLE VERDURE
Lessare le verdure non è una buona idea. Prima di tutto è un tipo di cottura che impoverisce di sali minerali e vitamine, in più le rende generalmente poco appetibili o addirittura sgradevoli. Non ci dimentichiamo poi che così facendo si libera quel vapore maleodorante che contribuisce a farci rifiutare vegetali preziosi come cavoli e broccoli. Le verdure, a differenza dei legumi, possono essere cotte poco o nulla senza dare nessun problema di digestione. Basta solo avere l'accortezza di tagliarle finemente se vogliamo cuocerle, scottiamole in pochissima acqua o brodo, che lasceremo evaporare, e rosoliamole semplicemente con poco olio e odori, o rosoliamole soltanto se stiamo preparando verdure naturalmente ricche di acqua. Oppure possiamo metterle in forno, o grigliarle semplicemente. In ogni caso, non ci scordiamo che il miglior modo di mangiare le verdure è a crudo (attenzione solo a lavarle accuratamente almeno con acqua e bicarbonato).


5: CONDISCI VERDURINE CRUDE O SCOTTATE CON UNA SALSA LEGGERA, NE MANGERAI DI PIU' E PIU' VOLENTIERI
Servi carote, sedano, ravanelli, lattuga, cetrioli e altre verdure crude tagliate a bastoncino, oppure broccoli, cavoli, cavoletti appena scottati con una salsa leggera a base di yogurth e senape, ad esempio, e l'aperitivo è fatto! Condire con una salsa le verdure aiuta a mangiarne di più, lo ha confermato uno studio pubblicato sul Journal of the American Dietetic Association.


6: IMPARA AD AGGIUNGERE SAPORE ALLE VERDURE
Molti amano le verdure così come sono, e in effetti, se di qualità, non hanno tutto questo bisogno di essere insaporite. Ma aggiungere erbe aromatiche o spezie, ad esempio basilico alla dadolata di verdure, o passare le verdure cotte in un soffritto di aglio e peperone secco dolce, può valorizzare il tuo piatto e dare quel tocco in più che magari farà la differenza. Riflettiamo poi sul fatto che se i nostri figli non amano le verdure, probabilmente dipende dal fatto che le proponiamo loro cucinate in modo troppo semplice. Se non ami erbe e spezie, prova semplicemente a cambiare il sistema di cottura, evitando di lessare. Meglio soffriggerle in padella, cuocerle al forno, cuocerle al vapore oppure con pochissima acqua o brodo che lascerai evaporare per evitare l'effetto "brodaglia".


7: BEVI LE TUE VERDURE
Avocado, spinaci, cetrioli, carote, sedano, pomodori, ... Sono squisiti anche frullati, singolarmente o combinati tra loro, magari insieme a frutta fresca. Oltre ad essere un'ottima alternativa ai succhi di frutta, sono perfetti in estate per reintegrare i sali minerali persi con la sudorazione!


8: LA FRETTA NON E' UNA SCUSA. QUANDO HAI POCO TEMPO, UTILIZZA VERDURE SURGELATE.
"Oggi non ho mangiato le verdure perché non avevo tempo". Chi non l'ha mai detto? Questa giustificazione però non regge. Tieni sempre nel freezer verdure surgelate (acquistando quelle al naturale o magari arrostite o solo leggermente insaporite, evitando in pratica quelle preparazioni che di verdura hanno ben poco), che a volte sono addirittura migliori del prodotto fresco, poiché lavorate e surgelate appena raccolte. Il consiglio è di evitare di lessarle se possibile, cuocendole in padella con poco olio, aromi, vino bianco o brodo se necessario. Basteranno pochi minuti! E se proprio hai tanta fretta, tieni sempre in frigo dell'insalata, dei pomodori, dei cetrioli, dei ravanelli, delle carote... già lavati dal giorno prima; taglia e condisci semplicemente, oppure aggiungili ai panini, come potresti fare con delle verdure tagliate a fette e arrostite precedentemente e conservate in frigo.


 Allora, pronti a questa nuova sfida?
Provate a mettere in pratica questi semplici trucchetti e fatemi sapere se anche con voi hanno funzionato!
Come di consueto, vi invito a commentare per qualsiasi domanda, riflessione, osservazione che vi venga in mente.

Vi saluto dicendovi "a presto", e spero sia così, ma c'è una grandiosa novità nell'aria, e quindi potrei tardare... Ma è ancora presto per dirvi di cosa si tratta, quindi... Continuate a seguirmi e ne saprete di più!




NB: alcuni di questi piccoli "trucchi" sono un'idea di Gretel H. Schueller, autrice del magazine e website EatingWell, naturalmente da me rivisti e rielaborati in chiave più "italiana".