Chi sono

Mi chiamo Caterina Ciavattella e lavoro come dietista dal 2009. Mi sono laureata con lode in Dietistica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università G. D'Annunzio di Chieti.
Esercito la professione privata a Pescara, dove ricevo su appuntamento, e mi dedico ad altre attività di consulenza in vari ambiti, come educazione alimentare per scuole e gruppi, corsi di cucina sana in italiano e inglese, consulenza nutrizionale per vari siti internet. Sono inoltre autore per la rivista online del workgroup Behavioral Health Nutrition.
Sono membro dell' Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica (ADI Onlus) e membro internazionale del Behavioral Health Nutrition.
Mi occupo di quasi tutti gli ambiti della dietetica, ma mi interesso in particolare alla nutrizione e dietetica nei disturbi dell'umore, del comportamento e nel recupero dei tossicodipendenti. Studio inoltre i legami fra dieta e comportamento antisociale e criminale, ambiti relativamente nuovi e molto poco conosciuti nel nostro Paese.

Credo molto nell'importanza di una corretta alimentazione per la salute di corpo e mente, ma credo anche che il nostro paese sia ancora molto indietro per quanto riguarda la concezione di "dietetica" e di approccio al paziente, e ritengo che questo sia controproducente sia per la nostra categoria che per le persone, che si trovano spesso costrette a rinunciare al proposito di migliorare la propria alimentazione a causa dell'inaccettabile rigidità delle prescrizioni dietetiche.
Quest'ultima problematica, vissuta da molte persone che ho conosciuto nella mia vita, mi ha spinto a creare questo blog, con la speranza di essere non solo un riferimento per chi è stanco di trovarsi di fronte ad un muro di gomma, ma anche uno "spunto" per chi  fa il mio stesso lavoro e non si riconosce nell'approccio alla dietetica insegnatoci nelle Università.


. . .

Tanto per la cronaca, sono diplomata in "Arte e Restauro del Tessuto del Ricamo e del Merletto" (sì, all'Università mi guardavano come la protagonista de "La Rivincita delle Bionde") volevo fare la restauratrice di tessuti e poi il chimico; amo i gatti più delle persone (in particolare le mie quattro micie Alfredina, Artemis, Luna e Amelie); amo cucinare e le storie d'amore, che siano film, telenovelas, manga o cartoni animati; vorrei avere più tempo (e buona volontà) per due tra le mie più grandi passioni: la matematica e la storia dell'arte (nel senso che dovrei rimettermi da capo sui libri...); sto ancora cercando un prodotto che renda lisci e setosi i miei capelli (ad oggi senza successo), il mio colore preferito è il rosa e, a quasi trent'anni, ho ancora un diario segreto.

Nessun commento:

Posta un commento